Pagare una bolletta dell’elettricità senza ulteriori commissioni è un diritto dell’utente. Eppure negli ultimi anni in tutta Italia si è verificata un’indiscriminata chiusura di sportelli e uffici cassa Enel che dovevano garantire una modalità di pagamento gratuita dell’utenza domestica. A denunciarlo è il Movimento Difesa del Cittadino (MDC), che ha depositato un nuovo ricorso all’Autorità per l’energia elettrica e il gas (AEEG) contro l’Enel che non indica in fattura l’indirizzo degli sportelli convenzionati per il pagamento gratuito delle bollette, in contrasto con la Delibera AEEG n. 55 del 2000.

Secondo la Delibera AEEG n. 200 del 1999, infatti, l’Enel è obbligata a mettere a disposizione dei clienti in tutta Italia almeno una modalità di pagamento gratuita delle bollette. L’Avv. Francesco Luongo, membro della Direzione Nazionale del Movimento Difesa del Cittadino ha spiegato: "In primo luogo, l’Enel ha il preciso dovere di indicare gli sportelli per il pagamento della fattura senza oneri (gli indirizzi sono attualmente assenti in bolletta); in secondo luogo, poiché la tariffa Enel prevedeva al suo interno i costi degli sportelli aziendali (come chiarito dal Tar Lombardia), chiederemo all’Autorità una riduzione delle tariffe elettriche e un’indagine per capire che fine abbiano fatto i soldi che gli utenti hanno versato per un servizio non fornito per anni".

L’ente elettrico, dopo la diffida dall’Autorità che accoglieva l’esposto di MDC, aveva fatto ricorso al Tar Lombardia. Il Tribunale ha però rigettato il ricorso nel novembre 2005, ribadendo che l’unica modalità gratuita rimane quella del pagamento presso gli sportelli delle banche convenzionate che non richiedono commissioni e costi indotti.

Il pagamento delle bollette, infatti, con i servizi "CONTOWATT", addebito sul c/c bancario, e "pagamento on-line" non costituisce modalità gratuita, visti i costi indotti necessari per fruire di tali servizi (nel primo caso spese di apertura e gestione di un conto, nel secondo le spese di una carta di credito, dell’acquisto di attrezzature informatiche e del collegamento da un’utenza telefonica).


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

 

Parliamone ;-)