"Non bisogna drammatizzare. Ma certamente la questione gas rilancia l’esigenza di un’attenzione per una politica straordinaria sul sistema energetico del nostro Paese". E’ questo il commento di Carlo Sangalli, Presidente Reggente di Confcommercio, in relazione alla crisi del gas legata alle tensioni nel confronto tra Russia e Ucraina.

"Per questo – continua Sangalli – ha fatto bene il Ministro Scajola ad intervenire tempestivamente anche se, nella prossima legislatura, occorrerà affrontare, con un approccio strutturale, la questione energia come aspetto imprescindibile delle scelte per la competitività del Paese. Per crescere di più e per essere competitivi, infatti, occorre più energia e a costi minori. Soprattutto per quelle imprese dei servizi che, più delle altre, hanno sofferto per una bolletta energetica maggiorata di circa un terzo rispetto a quella pagata dalle altre imprese europee".

Per maggiori informazioni visita il sito della Confcommercio.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)