Si è tenuto oggi a Roma il Forum dal titolo" Politica, imprese e consumatori di fronte al caro-energia.Strategie ed azioni per il prosssimo futuro", organizzato dal CEIS,Centro di Studi Internazionali sull’Economia e lo Sviluppo dell’Università degli Studi di Roma " Tor Vergata."
Obiettivo del Forum è stato quello di focalizzare maggiormante l’attenzione sulle azioni concrete da adottare nel breve termine per ridurre o contenere il costo dell’energia.

Ad aprire la serie di interventi il Presidente della Kuwait Petroleum Italia, Cristiano Raminella, che ha dichiarato:"Un elemento da tenere in considerazione nello scenario energetico è sicuramente la quotazione del greggio perchè costituisce l’indicatore della convenienza relativa delle altre fonti energetiche e la base del prezzo del gas. I consumatori e l’opinione pubblica chiedono con insistenza una riduzione dei prezzi al consumo dei carburanti e dei costi relativi all’energia elettrica, che costituiscono prodotti centrali nella vita quotidiana delle persone perchè, soprattutto in Italia, i carburanti garantiscono la mobilità individuale ed il trasporto della maggior parte dei beni di consumo".

La sfida dell’Italia- ha continuato Raminella – è quella di riuscire a liberalizzare il mercato, migliorando la produttività di tutto il sistema. Solo un’attenta analisi costi-benefici ci consentirà di valutare le inefficienze del nostro sistema.Nell’ottica di coniugare produttività e economicità occorre adottare misure che incentivino le società che destinano agli investimenti risorse maggiori degli ammortamenti.Inoltre, occorre definire quali siano gli obiettivi realmente irrinunciabili di tutela dell’ambiente e gli strumenti più efficaci per perseguirli.Oggi, in seguito alle difficoltà attinenti la disponibilità di gas sul mercato internazionale, è necessario verificare l’opportunità di produrre energia elettrica, almeno in emergenza, da sostenze "tar" oltre che da "Lng" e di riabilitare l’olio combustibile a bassissimo tenore di zolfo per realizzare una maggiore diversificazione delle fonti di approvviggionamento garantendo all’Italia l’energia necessaria anche nelle fasi di maggiore criticità."

Il Prof. Luigi Paganetto, Presisdente CEIS, ha illustrato quelle che sono le politiche da seguire riguardo la competitività e il consumo."La crescente interdipendenza e incertezza del mercato hanno determinato importanti conseguenze per l’energia.Sono cresciute le difficoltà di approvviggionamento aggravate, come nel caso del gas, dai vincoli costituiti dalla rete. L’aumento del prezzo del petrolio, comunque ancora inferiore ai picchi fatti segnare nei primi anni ‘ 70, dipende dall’inadeguatezza sul fronte dell’offerta e della raffinazione piuttosto che dalla scarsità strutturale.L’ aumento della quota carbone presenta il vantaggio della diversificazione e introduce tecnologie concorrenti con quelle del gas in cui la quota relativa al combustibile pesa meno sul costo totale dell’energia prodotta. Il risparmio di energia è la prima opzione da adottare per ridurre il peso della fattura energetica. Un ruolo importante lo potranno giocare i decreti per l’efficienza energetica che hanno introdotto i cosiddetti "certificati bianchi", per la gestione dei quali si è definito un accordo di collaborazione tra l’ Autorità per l’energia elettrica e il gas e L’ENEA.

Per la realizzazione di una effettiva concorrenza appare determinante l’ingresso di nuovi operatori sul mercato dell’energia. L’ Autorità per l’energia elettrica e il gas ha segnalato che lo sviluppo di un’effettiva concorrenza nel settore gas è subordinato all’ingresso di nuovi operatori indipendenti da Eni e che la terzietà della proprietà della rete è una condizione essenziale.In conclusione- ha aggiunto Paganetto- è necessario introdurre un sistema normativo e fiscale più trasparente; completare il processo di liberalizzazione creando i presupposti per una reale concorrenza sul mercato; mettere a punto e attuare indirizzi di politica economica che premino la ricerca e l’innovazione; il ricorso al risparmio, alle fonti rinnovabili di energia e a sistemi di generazione distribuita che tengano conto delle esigenze locali."

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)