La Regione Umbria ed il Ministero delle Infrastrutture hanno firmato un Accordo per l’avvio del Programma innovativo "Contratti di quartiere II", finalizzato al recupero delle aree urbane degradate mediante la realizzazione di opere abitative, infrastrutturali, commerciali e di carattere sociale.

La Regione ha richiesto il finanziamento di 13 progetti, tra i quali sono stati selezionati quelli proposti dai Comuni di Città di Castello, Terni, Perugia e Todi. "Si va – ha dichiarato l’assessore regionale ai centri storici Silvano Rometti – dal recupero di edifici già esistenti, alla realizzazione di aree verdi e di spazi per la socializzazione, fino ad opere di mobilità alternativa e di viabilità interna, piste ciclabili e musei".

Alle risorse provenienti dal Ministero e dall’Amministrazione regionale per circa 24 milioni di euro, si aggiungono ulteriori cofinanziamenti da parte dei comuni e di privati. "I progetti presentati dalla regione Umbria – ha proseguito l’assessore – si caratterizzano per l’alta qualità delle proposte e per il carattere innovativo delle progettazioni, anche di natura artistica. Si tratta infatti di interventi che potremmo definire di "cesello": il degrado dei nostri centri storici non è neanche lontanamente comparabile con quello presente in altre regioni e nelle grandi aree urbane".

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)