La Commissione europea ha avviato una consultazione pubblica aperta al mondo dell’industria ed ai cittadini sulla futura politica dei brevetti al fine di tenere conto al meglio delle esigenze delle parti interessate nell’ambito di una futura azione volta alla creazione di un sistema di protezione dei brevetti a livello comunitario. La consultazione sarà aperta fino al 31 marzo 2006.

"L’esistenza di regole soddisfacenti in materia di proprietà intellettuale – ha affermato in una nota il commissario per il mercato interno e i servizi Charlie McCreevy – è essenziale: incoraggiando l’innovazione e favorendo lo sviluppo e l’affermazione di nuovi prodotti, esse contribuiscono alla crescita e all’occupazione. L’intenzione della Commissione è di espandere al massimo tali benefici in Europa trasformando in realtà il mercato unico dei brevetti. Chiedo perciò alle imprese e ai cittadini di esprimere il loro parere sulla strada da percorrere per raggiungere questo obiettivo. Ovviamente nel frattempo proseguiremo i nostri sforzi per l’adozione del brevetto comunitario, che rimane al centro della nostra politica".

In particolare, la consultazione si concentra su tre aspetti principali: il brevetto comunitario, la strada da seguire per migliorare l’attuale sistema dei brevetti in Europa e i settori in cui è possibile un’armonizzazione. Sotto esame anche l’opinione degli interessati sulle azioni da intraprendere in attesa del brevetto comunitario, e in particolare se intervenire nell’ambito dell’attuale sistema europeo dei brevetti oppure attraverso un ravvicinamento dei sistemi nazionali, tramite l’armonizzazione delle legislazioni o il mutuo riconoscimento dei brevetti rilasciati a livello nazionale.

 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)