Si è tenuto oggi il convegno "La valorizzazione del sistema-Italia nel processo di integrazione europea", promossa dal Ministro delle Politiche Comunitarie in collaborazione con il CNEL, il Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro. L’incontro ha fornito l’occasione di un aperto confronto fra Istituzioni e Parti Sociali, con l’opera di mediazione del CNEL, sulle politiche di rilancio dell’economia del Paese.

Il Presidente del CNEL Antonio Marzano ha introdotto il dibattito affrontando i temi essenziali del bilancio Ue e della politica individuata dal Consiglio Europeo di Lisbona, che nel 2000 ha affidato ai Paesi membri il compito di attuare la strategia di sviluppo comunitaria, sulla base di appositi piani di attuazione nazionali. In questo momento – ha affermato Marzano – "emerge un’Europa in fase di evoluzione, una Ue in bilico fra protezionismi e concorrenza, ma comunque ricca (con circa 23 milioni di imprese)". Secondo il Presidente del CNEL, siamo "ad un bivio fra Maastricht e Lisbona, tra i parametri economici di stabilità e la strategia tesa allo sviluppo dell’Ue". "Il declino in Italia – ha concluso Marzano – non c’è ma potrà esserci se si ostacolano le politiche di rinnovamento (Tav, energia nucleare, ricerca etc.)".

Per illustrare le priorità del semestre di Presidenza Europea dell’Austria, è intervenuto l’ambasciatore Alfonso Kloss, che ha sottolineato 4 obiettivi fondamentali da attuare: rafforzare la fiducia dei cittadini nel progetto Ue, consolidare lo sviluppo di vita, incentivare l’occupazione e la crescita economica, valorizzare il ruolo dell’Europa nel mondo per assicurare benessere e stabilità. La Presidenza austriaca punterà – ha ribadito Kloss – "a realizzare fatti tangibili per i cittadini europei. L’obiettivo primario è quello di lavorare per la chiarezza, la fiducia e lo slancio economico-sociale". Per fare ciò si intende investire su occupazione, ricerca, innovazione, sfide demografiche ed energia.

Il tema dell’approvvigionamento energetico, alla luce della recente crisi sul gas Russia-Ucraina, è stato ripreso da Enzo Moavero, Segretario generale della Commissione Europea: "in questa situazione l’Unione, il più grande consumatore di gas russo, ha mostrato pieno accordo per risolvere tale emergenza". Riguardo al coinvolgimento dei cittadini nelle politiche comunitarie Moavero ha fatto riferimento al Libro Bianco sulla Comunicazione, approvato la settimana scorsa, ed ha parlato del programma di "Better regulation", per migliorare la qualità della legislazione Ue consultando le parti interessate e illustrando i contenuti ai destinatari delle norme. Tre le priorità da attuare: prosperità, solidarietà, sicurezza, cui va aggiunto il ruolo dell’Europa nel mondo.

Per creare una vera concordanza "occorre recuperare il consenso liberale sui valori" – ha dichiarato il Ministro per i Beni e le attività culturali Rocco Buttiglione. Il contesto sociale in cui deve realizzarsi la linea economica europea è caratterizzato dalla sfiducia nel modello liberista spinto e nella flessibilità del lavoro: "tutto ciò – ha affermato il Ministro – causa attrito con le Istituzioni. Ma uno Stato sociale forte, attento ai diritti dei cittadini, è possibile solo in un economia competitiva".

Il Piano italiano per l’innovazione, la crescita e l’occupazione (PICO), che attua la Strategia di Lisbona, è stato illustrato da Capo Dipartimento Politiche Comunitarie, Paolo Savona. Gli obiettivi del PICO, che attuano le 24 linee-guida indicate dal Consiglio Europeo, sono 5: ampliamento dell’area di libera scelta di cittadini e imprese; incentivazione della ricerca scientifica e dell’innovazione tecnologica; rafforzamento di istruzione e formazione capitale umano; adeguamento infrastrutture materiali e immateriali; tutela ambientale. Ai provvedimenti di carattere generale, quali la liberalizzazione dei servizi, il miglioramento delle prestazioni della P.A. con il contenimento dei costi, gli investimenti per lo sviluppo e l’innovazione, si affiancano 75 progetti specifici (per i quali il MIUR ha già bandito il concorso aperto ai privati).

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)