Incentivare la vendita dei farmaci generici, prescrivendo al paziente il principio attivo programmare la diffusione di monoconfezioni per i medicinali. Questo in sintesi il risultato dell’incontro, che si è svolto ieri, tra Federfarma e l’Autorità Garante per la Concorrenza ed il Mercato. La federazione dei farmacisti ha inoltre valutato con l’Antitrust un calendario di incontri.

In una nota inviata al ministro della salute Francesco Storace nei giorni scorsi, Federfarma aveva denunciato il fatto chei sempre più frequenti prodotti che arrivino in farmacia classificati come integratori alimentari o alimenti particolari, con lo stesso nome e molto simile a quello di alcune specialità farmaceutiche, "permette al produttore di aggirare il blocco dei prezzi", e in previsione, di sottrarsi alla revisione del metodo di formazione dei prezzi di fascia C, revisione annunciata per altro dallo stesso ministro in Parlamento e previsto nell’accordo di dicembre. In tutto, secondo l’associazione che rappresenta le oltre 16 mila farmacie private che ha dedicato all’argomento anche un ampio articolo nel settimanale di categoria, sarebbero 13 i casi.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)