L’on. Donatella Poretti, Rosa nel Pugno, ha oggi depositato alla Camera un progetto di legge per la liberalizzazione della vendita dei farmaci di fascia C. La proposta, che si affianca a quella di iniziativa popolare le cui firme sono state raccolte dalla Coop (e a cui noi avevamo aderito), è nata grazie alla collaborazione con l’Aduc, associazione a tutela dei consumatori che in una nota sottolinea come ora "Il Parlamento dovrà affrontare il problema anche considerando la nostra visione, che fa piazza pulita alle ipocrisie indotte da disinformazione e riverenza verso la corporazione dei farmacisti".

La proposta della Coop – prosegue la nota – prevede il divieto di offerte del tipo 3×2, le vendite sottocosto e l’assistenza di un farmacista che, tra gli scaffali dei supermercati, consiglierà i consumatori. La proposta dell’on. Poretti, invece, non prevede queste restrizioni. Non si capisce perchè la vendita di un farmaco da banco non debba essere assimilata a qualsiasi altro prodotto come forma di promozione: per esempio i superalcolici -alla salute- se consumati in abbondanza fanno molto più male che un’aspirina.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)