Milano è la provincia in cui si consumano in assoluto più farmaci generici (6.202.635 confezioni l’anno scorso), ma allo stesso tempo si piazza addirittura al 40° posto per consumo pro capite con appena 1,62 pezzi. Al secondo posto si classifica Roma con 5.832.239 confezioni vendute e con 1,53 farmaci pro capite si colloca al 52° posto. E’ quanto risulta da indagine condotta dal Centro Studi ratiopharm sul consumo di farmaci generici in Italia nel 2005.
Le province che, invece, hanno fatto registrare il maggior consumo pro capite sono Savona, con 2,45 pezzi, e Genova, con 2,34 nonostante siano, insieme, al 6° posto nella classifica delle vendite con 2.052.961 confezioni di farmaci generici acquistati.

I capoluoghi liguri mostrano, quindi, il dato più significativo, dato che risulta ancor più rilevante se si tiene conto del divario della popolazione tra la provincia di Milano (3.839.216 abitanti) e quelle di Savona (281.620) e di Genova (875.732). Al 3°posto si colloca Trieste (557.447 confezioni), che registra un consumo pro capite con 2,34 pezzi.
Pertanto – sempre secondo la ricerca ratiopharm – il Nord Italia batte il Sud, dove i consumi si attestano su numeri decisamente inferiori; in particolare sono Basilicata, Campania e Molise le tre regioni meno "virtuose" in cui il consumo pro capite risulta inferiore ad 1: Campobasso 0,84, Avellino 0,79 e fanalino di coda Potenza con 0,71. Dall’indagine risulta, inoltre, che le tre peggiori province del Sud insieme non arrivano a coprire l’1% del consumo nazionale di farmaci generici, contro il 7,16% della provincia di Milano.

E dove si colloca in questa classifica la capitale? Appunto al secondo posto. La provincia di Roma con i suoi 3.807.992 milioni di abitanti ha acquistato 5.832.239 confezioni di farmaci generici, arrivando a coprire il 6,73% del consumo nazionale e il secondo posto assoluto, ma collocandosi solo al 52° posto per consumo pro capite. E la "capitale del Sud", Napoli? È al 4° posto nella classifica delle vendite con 3.094.323 di confezioni acquistate, coprendo il 3,57% del consumo nazionale, ma quello pro capite risulta essere di solo un pezzo.

La maggior provincia delle Isole, Palermo, si colloca poco sotto la provincia di Milano per consumo pro capite (al 42° posto) e, con un acquisto pari a 1.968.939 di confezioni di farmaci generici, copre il 2,27% del consumo nazionale."Un dato è ormai certo – ha commentato il direttore del Centro Studi ratiopharm, dott. Roberto Colauto – le "piccole" province del Nord con una popolazione inferiore ad 1 milione di abitanti sono le maggiori consumatrici di farmaci generici, questi dati dimostrano che si sono fatti passi avanti nella cultura del farmaco equivalente, ma siamo ancora troppo lontani dalle medie europee a due cifre".

 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)