Parte oggi in tutti i punti vendita Coop la campagna ‘Farmaci liberi’, una raccolta firme col supporto della quale Coop intende presentare al Governo una proposta di legge per la liberalizzazione della vendita dei farmaci da banco. L’obiettivo e’ raccogliere almeno 500mila firme e a questo scopo in tutti i supermercati della catena alcuni soci volontari daranno informazioni e raccoglieranno le cartoline di sottoscrizione.

La liberalizzazione della vendita di prodotti farmaceutici e parafarmaceutici permetterebbe, sostiene Coop in una nota, una sana concorrenza nel mercato e vantaggi per i consumatori. Aspirina, tachipirina e altri prodotti da banco potrebbero infatti essere acquistati anche nei supermercati (proprio come accade gia’ in molti paesi europei). Con un notevole risparmio, spiega Aldo Soldi, presidente di Accp-Coop (associazione nazionale cooperative di consumatori), "perche’ Coop stima di poter ridurre i prezzi di vendita di molte specialita’ di ben oltre il 20%".

Tuttavia la centrale cooperativa ci tiene a chiarire che "la proposta di legge non mira a incentivare il consumo dei farmaci. Coop esclude su questi prodotti concorsi vendite straordinarie o sottocosto, e prevede la creazione all’interno dei punti vendita di appositi ‘corner’ dedicati a accogliere questi prodotti, farmaceutici e parafarmaceutici, con la presenza di un farmacista abilitato all’esercizio della professione e iscritto all’ordine". Questa nuova campagna fa seguito ad altre due iniziative simili promosse da Coop per la vendita di latte in polvere e prodotti senza glutine per celiaci gia’ in atto nei suoi supermercati.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)