"Nella proposta di aumentare la tassazione sulle rendite finanziarie, sarebbero non soltanto esclusi i Bot (buoni ordinari del tesoro) e le forme del finanziamento del debito pubblico, ma sarebbe anche prevista la riduzione della tassazione sui conti correnti bancari". Così il ministro delle politiche agricole, Gianni Alemanno, risponde alle dichiarazioni di Maurizio Gasparri (An), in merito alla Finanziaria e la tassazione delle rendite finanziarie.

In particolare, Gasparri, di fronte alla proposta di tassazione del capital gain aveva affermato: "Non si rischierebbe per colpire cento, mille grandi speculatori di sparare a raffica su milioni e milioni di piccoli risparmiatori che hanno investito i loro sudati risparmi o la loro liquidazione in Bot o in fondi d’investimento? Tassando di piu’ il risparmio non si correrebbe il rischio di far lievitare ancora di piu’ il costo degli immobili?".

"Anche escludendo Bot e titoli del debito pubblico – precisa Alemanno – si potrebbero raccogliere quei due o tre miliardi di euro necessari a eliminare la pressione dell’Irap sul costo del lavoro e a ridurre il cuneo fiscale sui salari. Si tratta quindi di alleggerire la pressione fiscale non soltanto in favore delle imprese, ma anche dei redditi da lavoro dipendenti. Il tutto in conformità con quelle che sono le linee prevalenti all’interno dell’Unione Europea".


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)