La revisione dell’automobile potrebbe passare dagli attuali 40 euro circa a 65 euro in seguito all’aumento delle tariffe previsto in Finanziaria. Sono le cifre di Confartigianato. "Il rincaro significa un maggior aggravio per i consumatori del 62,5% e ci sembra francamente eccessivo – spiega Paolo Landi, segretario generale Adiconsum – un aumento ci può pure stare, nell’ottica di controlli più seri e che non si limitano a pratiche sbrigative ma non deve comunque arrivare agli ipotizzati 65 euro". Landi propone inoltre una diluizione a quattro anni dei tempi di revisione, mantenendo i due anni di intervallo solo dopo la terza revisione.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)