"Cinque euro a notte di tassa di soggiorno che penderà sulla testa di ogni turista non sarà benefico per l’ industria turistica italiana, che già sconta prezzi e tariffe per soggiornare tra i più alti d’Europa". Lo ha dichiarato Elio Lannutti, presidente dell’Adusbef, il quale ha affermato che si tratta di una "scelta suicida" del Governo. Adusbef spera – si legge in una nota – che la conferenza Stato-Regioni possa mitigare l’impatto di una tassa pesante per le tasche dei consumatori, in particolare i lavoratori a reddito fisso e i pensionati, oggetto di un accanimento fiscale senza precedenti".

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)