Approvato il maxiemendamento del governo sostitutivo del precedente disegno di legge Finanziaria per il 2006. Con 158 voti favorevoli, 96 contrari e nessun astenuto, l’Aula del Senato ha quindi rinnovato la fiducia all’esecutivo. Diverse le misure di interesse per i consumatori. Si va dai tagli alle spese degli enti locali (3,8% per le Regioni e del 6,7% per i Comuni), alle risorse stanziate per le famiglie (1,1 miliardi di euro), con la misura che prevede l’assegno di 1000 euro per i nuovi nati nel 2005 ed il sostegno per le spese per gli studenti fuori sede.

Per quanto riguarda il settore creditizio, spiccano in particolare l’istituzione della Banca del Sud e le disposizioni per il risarcimento per i cittadini frodati dai recenti crack finanziari, con l’indennizzo che viene esteso anche alla vicenda "Tango Bond". Il fondo per le vittime delle frodi finanziarie sarà alimentato dai conti correnti "dormienti".

Nella manovra sono presenti anche sgravi per le ristrutturazioni che saranno detraibili al 41% e non più al 36% per l’anno prossimo, con l’Iva che però resterà al 20%.

Sono soppressi gli stanziamenti statali in favore di Consob, Authority per la vigilanza sui lavori pubblici, Autorità per le comunicazioni e Covip che saranno finanziati dal mercato. Viene introdotta inoltre la misura del 5 per mille per finanziare il volontariato e la ricerca.

Novità anche per le compravendite di auto. Acquirenti e venditori per il cambio di proprieta’ potranno infatti rivolgersi anche al Comune di residenza del venditore, agli uffici giudiziari, al Ministero delle infrastrutture o ai funzionari Ici. Scompare dunque l’obbligo di rivolgersi al notaio. Il maxiemendamento approvato prevede inoltre 40 milioni di euro di incentivi per il 2005 alla rottamazione delle auto, con l’obiettivo di promuovere l’uso di auto alimentate a Gpl o a metano.

Per quanto riguarda il settore Sanità sono stati stanziati 2 miliardi di euro per sfoltire le liste d’attesa, mentre 5 milioni di euro andranno al Centro oncologico di Milano.

La Finanziaria 2006 adesso sarà trasmessa alla Camera, insieme agli altri spezzoni che compongono la manovra e cioè il decreto-legge in materia fiscale e tributaria e il ddl Bilancio, e assegnata alla commissione Bilancio.

 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)