Sono pronti i codici tributo che i contribuenti minimi dovranno usare per versare, tramite modello F24, gli acconti dell’imposta sostitutiva dell’imposta sui redditi e delle addizionali regionali e comunali. È quanto precisa l’Agenzia delle Entrate in una nota stampa, ricordando che l’applicazione di questo tributo, pari al venti per cento del reddito, è prevista dalla legge Finanziaria 2008, che ha introdotto un regime fiscale agevolato per i piccoli imprenditori e professionisti.

In particolare i codici tributo per il versamento degli acconti sono:

  • 1798 imposta sostitutiva per i contribuenti minimi – acconto prima rata;
  • 1799 imposta sostitutiva per i contribuenti minimi – acconto seconda rata o in unica soluzione.

A questi si aggiunge il codice 1800 per il pagamento del saldo dell’imposta sostitutiva per i minimi. Il testo della risoluzione 143/E è disponibile sul sito Internet dell’Agenzia delle Entrate.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Marco Fratoddi, giornalista professionista e formatore, insegna Scrittura giornalistica al Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Cassino dove ha centrato il proprio corso sulla semiotica della notizia ambientale e le applicazioni giornalistiche dei nuovi media. È direttore responsabile del periodico culturale "Sapereambiente", ha contribuito a fondare la “Federazione italiana media ambientali” di cui è divenuto segretario generale nel 2014. Collabora con il Movimento difesa del cittadino come caporedattore del progetto "Io scrivo originale" per l'educazione alla legalità nelle scuole della Campania, partecipa come direttore artistico all'organizzazione del Festival della virtù civica di Casale Monferrato (Al). E' stato Direttore editoriale dell’Istituto per l’ambiente e l’educazione Scholé futuro-Weec network di Torino, ha diretto dal 2005 all’ottobre 2016 “La Nuova Ecologia”, il mensile di Legambiente, dove si è occupato a lungo di educazione ambientale e associazionismo di bambini. Fa parte di “Stati generali dell’innovazione” dove segue in particolare le tematiche ambientali e le attività di comunicazione. Fra le sue pubblicazioni: Salto di medium. Dinamiche della comunicazione urbana nella tarda modernità (in “L’arte dello spettatore”, Franco Angeli, 2008), Bolletta zero (Editori riuniti, 2012), A-Ambiente (in Alfabeto Grillo, Mimesis, 2014).

Parliamone ;-)