Bonus famiglia, via libera alle tecniche per la tramissione telematica dei modelli. L’agevolazione, introdotta dal decreto legge 185 del 2008, può essere richiesta dai cittadini residenti, lavoratori e pensionati, comprese le persone non autosufficienti, che facciano parte di una famiglia a basso reddito. E l’Agenzia delle Entrate ha definito le modalità operative da seguire per inviare in formato elettronico i dati contenuti nelle richieste del beneficio straordinario.

Le informazioni, informa l’Agenzia delle Entrate, viaggeranno attraverso tre distinti canali informativi, a seconda del soggetto interessato e del modello di richiesta utilizzato, che può essere indirizzato al sostituto d’imposta oppure direttamente all’Agenzia.

Nel dettaglio, le specifiche tecniche messe a punto dall’Agenzia verranno usate per trasmettere i dati sul bonus:

  • dai datori di lavoro e dagli enti pensionistici all’Agenzia, direttamente o tramite intermediario incaricato, con l’indicazione dell’importo eventualmente erogato;
  • dai contribuenti all’Agenzia, direttamente o tramite intermediario incaricato;
  • dagli intermediari incaricati ai sostituti d’imposta e agli enti che erogano la pensione.

Tecniche e provvedimento di approvazione sono disponibili sul sito Internet dell’Agenzia delle Entrate.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)