Da gennaio a novembre 2005 sono state 14.727 le violazioni accertate dalla Guardia di finanza nel settore dell’attività anticontraffazione, 84.900 le verifiche fiscali e oltre 28.000 gli interventi di lotta al carovita. Questi i numeri principali dell’attività operativa, presentati oggi a Roma, svolta dal Corpo nel corso dei primi 11 mesi del 2005, nei principali settori di intervento delle Fiamme Gialle.

Per quanto riguarda il settore fiscale, negli ultimi 11 mesi dell’anno, sono state eseguite 84.900 verifiche fiscali; è stata proposta per il recupero a tassazione ai fini delle imposte dirette una base imponibile pari a 15,1 miliardi di euro (oltre 30.000 miliardi delle vecchie lire); sono stati scoperti 6.893 evasori totali e 27.526 lavoratori irregolari. 482.300 è il numero dei controlli relativi agli scontrini fiscali, alle ricevute ed ai beni viaggianti.

Nel 2005 è stata rafforzata la presenza ispettiva nei confronti dei cosiddetti "contribuenti minori" attraverso le "verifiche specifiche" ed i "controlli di veridicità" per gli studi di settore. Il trend positivo è frutto anche del rinnovato assetto organizzativo e gestionale del Corpo e della razionale ripartizione delle funzioni tra i Reparti: quelli speciali, preposti allo svolgimento di approfondite analisi sulle situazioni valutate come patologiche nei settori di interesse istituzionale e quelli territoriali, a cui è demandata l’esecuzione "sul campo" dell’attività di servizio, che svolgono anche sulla base delle indicazioni che pervengono dalla componente specialistica.

Nel mirino delle Fiamme Gialle anche la contraffazione. In particolare, sono state 14.727 le violazioni accertate nel 2005 dalla Guardia di finanza nel settore dell’ attività anticontraffazione, 16.123 i soggetti verbalizzati, 68 milioni i pezzi contraffatti sequestrati, tra cui 14 milioni di libri e opuscoli, 5 milioni di giocattoli, 5 milioni di dvd. "Questa forma di illegalità – ha spiegato il generale Pasquale Debidda, capo del III Reparto operazioni del Comando generale della Gdf – riveste importanza strategica per l’ attività operativa del corpo, in considerazione dei molteplici riflessi negativi che ne derivano sia sull’ economia legale, in termini di entrate tributarie e contributive, che sulla salute e sicurezza dei consumatori".

Infine, per quello che riguarda la lotta al carovita, il Corpo ha effettuato oltre 28.000 interventi e i soggetti verbalizzati per violazioni della normativa sui prezzi sono stati 1.394, mentre le violazioni riscontrate ammontano a 1.391.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)