Tasse e contributi incidono sullo stipendio degli italiani per oltre il 45%. Lo rileva l’Ocse (sull’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo economico) nel rapporto annuale sul cuneo fiscale. Secondo lo studio negli ultimi cinque anni l’incidenza del fisco e degli enti di previdenza sui salari italiani è rimasta sostanzialmente stabile: nel 2000 ammontava al 46,4% mentre nel 2005 era pari al 45,4%. Percentuali più alte, nel 2005, si riscontrano per l’Austria (47,4%), Belgio (55,4%), Francia (50,1%), Germania (51,8%), Ungheria (50,5%) e Svezia (47,9%).

Per maggiori informazioni visita il sito dell’Ocse.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)