Sono stati definiti, ieri, tra i sindacati nazionali e l’ABI, i criteri con cui formare gli apprendisti mettendo a fuoco le competenze che i giovani dovranno apprendere nel corso del percorso della durata di quattro anni. I giovani di età compresa tra i 18 e i 29 anni, che entreranno in banca come apprendisti, avranno a disposizione 480 ore di formazione e saranno immediatamente inseriti nell’attività lavorativa quotidiana.

Inoltre l’intesa definisce nuove figure professionali di ingresso tra cui, ad esempio, l’addetto operativo, l’operatore di banca telefonica e l’assistente alla clientela. Nel corso del quadriennio i giovani apprendisti potranno passare da un profilo formativo all’altro.

L’apprendistato, introdotto nell’ultimo Contratto collettivo nazionale di lavoro siglato il 12 febbraio 2005, rappresenta una delle novità più significative del lavoro in banca secondo le linee del mercato del lavoro delineate dalla Legge Biagi e dal recente decreto sulla competitività, che ha riconosciuto un ruolo ancora più marcato alla contrattazione collettiva.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)