Il Consiglio dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ha deciso, all’unanimità, di avviare un procedimento finalizzato all’adozione di un provvedimento cautelare di riduzione dei prezzi di terminazione delle chiamate vocali da rete fissa dirette alle singole reti mobili degli operatori. Ne dà notizia la stessa autorità in una nota.

L’Autorità ha rilevato infatti – si legge nel comunicato – che lo scostamento tra i prezzi delle chiamate su reti mobili degli operatori nazionali ha raggiunto nel corso del 2005 valori apprezzabilmente differenti dalla media europea e non giustificati da situazioni specifiche.

L’avvio del procedimento cautelare verrà notificato ai soggetti interessati (Tim, Vodafone, Wind, H3G, Telecom Italia), che avranno 5 giorni per presentare le loro osservazioni.
Alla luce di delle osservazioni presentate dai gestori, il Consiglio adotterà entro il 19 luglio prossimo la propria deliberazione.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)