Communitas 2002, associazione politico culturale, esprime il suo sostegno a tutti i magistrati che hanno deciso di aderire allo sciopero nazionale di domani, 14 luglio, per dire "No" ad una riforma del sistema giudiziario che " mette in crisi l’efficienza e l’autonomia del sistema". "L’associazione – si legge in una nota – che nella sua quotidiana attività si schiera a sostegno della legalità e della giustizia, non poteva non essere, in questa occasione, vicina all’ordinamento giudiziario difendendone le persone, la dignità, le competenze e l’indipendenza da quanti, nell’attuale maggioranza, la attaccano per motivi di interesse e di propaganda"

Nell’occasione, l’associazione esprime preoccupazione e disappunto per questo ulteriore attentato alla separazione dei poteri che è in sé fondamento e salvaguardia del nostro Stato, del nostro Paese e dei diritti di tutti i suoi cittadini. "Sogniamo semplicemente un Paese dove un giudice sia misurato sulla sua capacità di essere "giusto" e dove la politica e la magistratura sappiano collaborare affinché la giustizia sia amministrata in modo equo, efficace ed efficiente".


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)