La nuova legge sull’inappellabilità é stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale di oggi che reca la data di ieri. Il testo, che è stato approvato in via definitiva il 19 febbraio 2006, prevede l’inappellabilità delle sentenze di assoluzione ed entrerà in vigore a partire dal 9 marzo 2006.

In pratica, la cosiddetta "Legge Pecorella" prevede che se il Tribunale assolve l’imputato,il Pubblico Ministero non potrà più presentare ricorso in appello, a meno che non emerga una prova che dovrà essere considerata "decisiva". Altrimenti la pubblica accusa potrà solo rivolgersi alla Corte di Cassazione. Se il giudice non dispone l’istruttoria dibattimentale, l’appello comunque sarà inammissibile.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

Parliamone ;-)