Nella serata di ieri il Consiglio dei Ministri ha approvato il decreto-legge "Misure urgenti per la stabilizzazione finanziaria e la competitività economica". Una manovra, messa a punto dal Ministro dell’Economia Giulio Tremonti, di 24 miliardi di euro per il biennio 2011-2012, con l’obiettivo di ricondurre il rapporto tra indebitamento e PIL nel 2012 al di sotto del 3%, come previsto dal Trattato di Maastricht.

I dettagli della manovra verranno illustrati dal Premier Silvio Berlusconi e dal Ministro Giulio Tremonti in una conferenza stampa che si terrà oggi pomeriggio alle 18.00. Da una nota del Governo si apprende che sono previsti tagli alla spesa pubblica e riduzione dei costi della politica e della pubblica amministrazione. Previste, poi, misure di contrasto all’evasione fiscale e contributiva, con il rafforzamento delle verifiche incrociate fra Inps e Agenzia delle Entrate e l’introduzione della tracciabilità attraverso le fatture telematiche.

Sono escluse nuove imposte o aumenti di quelle esistenti; sono previsti interventi fiscali a beneficio delle reti d’impresa e, per la prima volta, un regime di fiscalità di vantaggio per il Mezzogiorno. Inoltre, misure per ridurre il peso della burocrazia; il rifinanziamento del Fondo per le infrastrutture; norme in materia di procedure fallimentari. In materia di previdenza è prevista la riduzione delle finestre di uscita, misure contro i falsi invalidi e, sul fronte del pubblico impiego si stabilisce il congelamento per 3 anni dei trattamenti economici, mentre viene introdotto un taglio per le retribuzioni pubbliche più elevate.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)