Barattoli di sottolio, sottaceti e conserve già scaduti, ma con etichetta contraffatta recante data diversa, erano finiti in un albergo, due ristoranti, un bar e in 21 esercizi commerciali di vendita al dettaglio e all’ingrosso sparsi in tutta Italia. Questi i dati di un sequestro – 60.000 confezioni in tutto, compresi quelli ritrovati nel magazzino di smistamento – effettuato oggi dalla Guardia di Finanza di Bologna che ha denunciato 15 persone per frode in commercio e irregolare conservazione di prodotti alimentari.

L’indagine è stata coordinata dal Pm di Bologna Enrico Cieri, ed è iniziata grazie ad una verifica fiscale: ad aprile era stato infatti scoperto un capannone a Sasso Marconi, sull’Appennino bolognese, dentro cui erano stati stipati stock alimentari, insieme a pezzi di automezzi e imbarcazioni, capi di abbigliamento, materiale elettrico, prodotti cosmetici. Tutti i prodotti erano in precarie condizioni igieniche, e senza alcuna dotazione di sicurezza all’interno e all’esterno della struttura. La Guardi di Finanza ha individuato in particolare confezioni di prodotti alimentari prodotti da un’azienda di Cava dé Tirreni (SA): i barattoli avevano la data di scadenza cancellata, e sul tappo era stata attaccata un’etichetta con una data successiva, per permetterne ancora la commercializzazione. In seguito, su disposizione del Pm, l’azienda campana è stata perquisita con il sequestro di 2.200 confezioni di alimenti con etichetta contraffatta, pronte per essere messe sul mercato; mentre sono state ritrovate altre 67.000 etichette contraffatte relative ad altri prodotti che sarebbero poi stati commercializzati.

A fine maggio sono poi state eseguite le perquisizioni nei vari esercizi commerciali: alberghi, ristoranti, bar in varie zone d’Italia di Ravello (SA), Pontevico (BS), Firenze, Salerno, Sant’Anastasia (NA), Eboli (SA), Filiano (PZ), Montecorvino Pugliano (SA), Atripalda (AV), Pistoia, Nocera Inferiore (SA), Treviso, Carignola (FG) e Santa Maria Capua Vetere (CE).

I prodotti alimentari sequestrati sono ora sottoposti ad analisi da parte del personale dell’Asl di Casalecchio di Reno (BO).


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)