La partecipazione di tutti i cittadini alla società dell’informazione è fondamentale per il futuro dell’Europa perché permetterà l’accesso ai servizi resi disponibili dall’innovazione tecnologica e aumenterà la competitività del mercato interno. Per fare il punto sulla situazione, proponendo una sintesi delle diverse aree tecnologiche, sociali e politiche che sono ricomprese come e-inclusion ed e-government, si svolgerà venerdì a Roma il seminario "Le nuove tecnologie per una società dell’informazione accessibile a tutti", che vedrà la partecipazione di Loris Di Pietrantonio, della Direzione generale per la società dell’informazione e i media presso la Commissione europea, e di Helle Zinner Henriksen, professore in Digital Government alla Copenhagen Business School.

Il seminario, organizzato dalla Fondazione Ugo Bordoni presso la Sala del Tempio di Adriano, sarà seguito da una tavola rotonda in cui si traccerà il quadro italiano in fatto di e-government, e-inclusion ed e-accessibility.

Nel 2006 la Conferenza ministeriale di Riga "ICT for an inclusive society", promossa dalla Commissione europea, ha vincolato lo sviluppo dell’Information and Communication Technology nei paesi europei al rispetto di principi comuni di inclusione digitale in campo legislativo, economico e sociale. Il che significherà interventi per estendere la copertura della banda larga, favorire la crescita della cultura informatica, promuovere l’uso delle ICT per la partecipazione dei cittadini a processi politici e decisionali.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Marco Fratoddi, giornalista professionista e formatore, insegna Scrittura giornalistica al Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Cassino dove ha centrato il proprio corso sulla semiotica della notizia ambientale e le applicazioni giornalistiche dei nuovi media. È direttore responsabile del periodico culturale "Sapereambiente", ha contribuito a fondare la “Federazione italiana media ambientali” di cui è divenuto segretario generale nel 2014. Collabora con il Movimento difesa del cittadino come caporedattore del progetto "Io scrivo originale" per l'educazione alla legalità nelle scuole della Campania, partecipa come direttore artistico all'organizzazione del Festival della virtù civica di Casale Monferrato (Al). E' stato Direttore editoriale dell’Istituto per l’ambiente e l’educazione Scholé futuro-Weec network di Torino, ha diretto dal 2005 all’ottobre 2016 “La Nuova Ecologia”, il mensile di Legambiente, dove si è occupato a lungo di educazione ambientale e associazionismo di bambini. Fa parte di “Stati generali dell’innovazione” dove segue in particolare le tematiche ambientali e le attività di comunicazione. Fra le sue pubblicazioni: Salto di medium. Dinamiche della comunicazione urbana nella tarda modernità (in “L’arte dello spettatore”, Franco Angeli, 2008), Bolletta zero (Editori riuniti, 2012), A-Ambiente (in Alfabeto Grillo, Mimesis, 2014).

Parliamone ;-)