L’appello della Fondazione Migrantes sulla riduzione dei tempi di attesa per ottenere la cittadinanza italiana è giusto. È quanto ha dichiarato il Ministro della Famiglia Rosy Bindi in relazione alle parole pronunciate ieri dalla Fondazione Cei Migrantes, che ha auspicato la riduzione degli anni di permanenza in Italia richiesti e la concessione della cittadinanza per chi nasce in Italia. Si svolgerà domenica prossima la Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato.

"E’ giusto l’appello della Fondazione Migrantes sulla riduzione dei tempi per ottenere la cittadinanza italiana – ha detto il Ministro Bindi – La presenza crescente di cittadini stranieri che con le loro famiglie vivono e lavorano in Italia è il segnale di un’immigrazione sempre più stabile, di persone che investono il proprio futuro nel nostro paese e che hanno diritto a non essere più considerati cittadini di serie B. Se anche quest’anno registriamo un aumento della natalità, lo dobbiamo in primo luogo ai tanti nuovi bambini figli di immigrati ed è giusto pensare a loro come anche ad una parte del nostro futuro, garantendo a queste famiglie percorsi e prospettive certe di integrazione. Anche per questo il governo è impegnato a favorire i ricongiungimenti familiari e nel Piano nazionale della famiglia, che si sta predisponendo, un’attenzione particolare è dedicata alla nuova realtà delle famiglie straniere."

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)