Avvia un processo triennale, a carattere sperimentale, finalizzato alla semplificazione dei procedimenti di rilascio e rinnovo dei permessi di soggiorno dei cittadini stranieri presenti in Italia, il protocollo firmato dal ministero dell’Interno e dall’Anci, l’Associazione dei comuni italiani. La sperimentazione riguarderà una prima compagine di Comuni e valorizzerà quelle esperienze di semplificazione già in atto su alcuni territori. I Comuni che hanno già espresso il loro interesse a prendere parte all’iniziativa sono: Ancona, Firenze, Genova, Lecce, Napoli, Padova, Prato, Ravenna e Triuggio.

"Si tratta di un progetto di semplificazione che può già avere importanti risvolti concreti sulla vita di migliaia di cittadini stranieri", ha commentato il sindaco di Ancona e delegato Anci per l’immigrazione, Fabio Sturani. "Con questa sperimentazione – ha aggiunto – ci auguriamo di preparare il terreno per un vero e proprio passaggio di competenze dalle Questure agli Enti locali, che dovrà necessariamente prevedere una modifica normativa, che riporti alla sua sede propria, cioé presso i Comuni, l’adempimento di atti che sono di carattere amministrativo". In particolare, nel protocollo approvato, l’Anci si impegna ad individuare una compagine di Comuni, con caratteristiche diversificate, che possa costituire il primo nucleo di una rete sempre più vasta di amministrazioni locali che entreranno a far parte del programma sperimentale. Il ministero dell’Interno, invece, assicura il coinvolgimento delle questure per attivare le sinergie con le amministrazioni locali necessarie al buon esito della sperimentazione.

Le due parti istituiscono tra loro un Comitato di coordinamento che avrà il compito di definire le iniziative da intraprendere, individuare le linee strategiche degli interventi e promuovere progetti sperimentali a carattere locale o nazionale.

 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)