"Il dato sull’inflazione in giugno spazza via ogni polemica sui prezzi ed ogni tentativo di colpevolizzare il settore del commercio". Lo ha affermato il presidente della Confesercenti, Marco Venturi, sottolineando che "il vero problema non è ma la difficile situazione economica del Paese".

In particolare, l’Istat (istituto nazionale di statistica) ha stimato un aumento dell’inflazione dell’1,8% a giugno di quest’anno rispetto allo stesso mese dell’anno passato. Il livello generale dei prezzi è quindi sceso dello 0,1% rispetto a maggio, mese in cui si attestava all’1,9%.

Secondo Venturi è necessario concentrarsi "sullo sviluppo, sulla crisi dei consumi, sulla perdita di fiducia di cittadini ed imprese. La nostra economia non ha bisogno di chiacchiere, ma di interventi concreti da determinare già nel prossimo Dpef (documento di programmazione economica e finanziaria) ed inserire nella Legge Finanziaria".


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)