Il provvedimento sull’etichetta d’origine sui prodotti avicoli, entrato in vigore oggi, ha riportato un pò di tranquillità tra i cittadini che possono comprare con certezza le nostre produzioni. Lo afferma la Cia (Confederazione italiana agricoltori) commentando una prima indagine condotta dalla confederazione sui mercati italiani sul tema. "Una maggiore trasparenza – afferma la Ciapotrà garantire una ripresa dei consumi che hanno segnato un preoccupante crollo". Il provvedimento permette infatti di riconoscere la provenienza degli animali, consentendo al cittadino di scegliere polli e volatili dei nostri allevamenti che, come più volte rimarcato da importanti istituzioni e centri scientifici internazionali, sono garantiti per salubrità, benessere e qualità.

"La reale rintracciabilità del prodotto – aggiunge la confederazione – costituisce un elemento importante per riequilibrare un mercato, quello dei polli, che vive un momento di profonda crisi provocata dalle notizie sull’influenza aviaria e dagli allarmismi sul virus. Il drammatico calo dei consumi, d’altra parte, mette a rischio di chiusura molti allevamenti (sono 6.100 in tutto il Paese) e in pericolo posti di lavoro nella filiera del settore che occupa più di 80 mila persone".

"Indubbiamente, l’etichetta di origine sulle carni avicole – concludono gli agricoltori – rende ancora più incisive le misure preventive per contrastare ogni possibile epidemia. Inoltre, il provvedimento rappresenta un ulteriore elemento per rafforzare la rintracciabilità delle produzioni "made in Italy". Prima dei polli, l’obbligo di indicare nell’etichetta la provenienza ha riguardato, negli ultimi due anni, la carne bovina e il latte fresco. Misura che va comunque estesa anche ad altri prodotti: dalla carne di maiale alle conserve vegetali, dai succhi di frutta all’olio extravergine d’oliva".

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)