Anche dal mondo dello sport arriva l’invito a consumare le carni avicole italiane. Il commissario tecnico della Nazionale calcio Marcello Lippi nel ritiro di oggi di Coverciano, ha infatti invitato i consumatori a mangiare il pollame "Made in Italy", sicuro sia sotto il profilo della qualità che della salubrità. L’iniziativa è stata promossa grazie alla collaborazione tra la Cia (Confederazione italiana agricoltori) e la Federazione italiana giuoco calcio.

La Cia, che ha offerto la degustazione di pollo italiano (che si distingue da una chiara etichetta che rappresenta la sua "carta d’identità") a Lippi, ai calciatori, all’intero staff tecnico e i ai giornalisti presenti al ritiro degli "azzurri", ha ringraziato vivamente la Federazione italiana giuoco calcio e la Nazionale per questo importante contributo nei confronti del comparto avicolo italiano che sta vivendo una drammatica crisi che non ha precedenti in Italia.

Secondo la confederazione, oggi l’influenza aviaria preoccupa ancora l’83 per cento degli italiani. Per questo motivo è assolutamente necessario avviare una campagna di comunicazione con elementi realmente chiarificatori, evitando inopportune e confuse informazioni. In tale senso, il contribuito offerto dalla Nazionale e dalla Federazione giuoco calcio assume una rilevanza straordinaria. "D’altra parte – ha affermato la Cia – l’entusiasmo e il richiamo che la nostra Nazionale di calcio suscitano possono rappresentare un elemento importante per far sì che le vendite e i consumi di pollo tornino ai livelli di alcuni mesi. Il tutto per uscire al più presto da un problema che investe tutta la nostra società con effetti economici di vasta portata.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)