La Direzione Generale Sanità della Regione Lombardia ha realizzato due opuscoli sull’influenza aviaria, l’infezione dei volatili causata da virus influenzale del tipo A: le notizie utili sull’argomento, i consigli ai viaggiatori internazionali e le raccomandazioni di base su come comportarsi per evitare la malattia.

L’opuscolo "Influenza aviaria: consigli ai viaggiatori internazionali" integra l’altro il depliant dal titolo "Più informati, meno influenzati" precedentemente messo a disposizione. Il primo opuscolo contiene consigli per i viaggiatori internazionali, informazioni sullo stato attuale dell’epidemia e, in sei punti, sono elencate alcune semplici misure di prevenzione utili se ci si reca in uno dei Paesi ove si sono registati casi umani di influenza aviaria. Il secondo opuscolo contiene invece informazioni per "non lasciarsi contagiare dai timori infondati": l’influenza umana è diversa da quella aviaria ed è importante capire quali sono i comportamenti da adottare in entrambi i casi.

Ieri, inoltre, la Regione Lombardia, le Organizzazioni professionali e sindacali agricole e le Associazioni imprenditoriali hanno siglato un accordo nella sede della Giunta regionale a Milano chiedendo una serie di interventi straordinari a tutela delle imprese della filiera avicola e dei loro addetti. Nel documento comune si chiede, in particolare al Ministero del Welfare, di valutare con attenzione la crisi del settore determinata dal crollo del mercato dei prodotti avicoli. "Una crisi – ricorda Viviana Beccalossi, vicepresidente della Regione e assessore all’Agricoltura – che non è stata determinata da fattori controllabili dal settore avicolo e non è imputabile a soggetti appartenenti a tale filiera In Lombardia sono interessati al problema circa 5.000 lavoratori delle aziende appartenenti all’intera filiera agro-alimentare avicola e, allo stato attuale, è già stata rilevata per questi lavoratori una riduzione delle giornate di lavoro e un minore impiego di dipendenti a tempo determinato"

"Nel documento sottoscritto da tutte le parti interessate – aggiunge Alberto Guglielmo, assessore al Lavoro, Formazione e Istruzione – si è pertanto ritenuto necessario richiedere al Governo l’attuazione di strumenti straordinari in deroga alla vigente normativa ai fini della concessione del trattamento di integrazione salariale, quale ammortizzatore sociale di supporto temporaneo al superamento della crisi produttiva e occupazionale connessa alle difficoltà di collocazione sul mercato del prodotto avicolo". I firmatari dell’Accordo si attiveranno per il superamento dell’attuale fase di crisi del settore avicolo confermando le iniziative volte a rassicurare il consumatore con un’informazione chiara e corretta, anche con il coinvolgimento delle Associazioni dei consumatori, e avviando un confronto continuo per il monitoraggio dell’evolversi della situazione di crisi e la rapida individuazione di ulteriori necessità di intervento a sostegno dei lavoratori.

Scarica l’opuscolo "Influenza aviaria: consigli ai viaggiatori internazionali" e "Più informati meno influenzati"

 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)