Il Centro per il Controllo delle Malattie del Ministero della Salute (Ccm) e la società dei medici di medicina generale (Simmg) hanno preparato due opuscoli per medici di famiglia e cittadini sulle due influenze, quella stagionale classica e quella aviaria che in Italia fortunatamente non è presente.
"Con questi due strumenti informativi – ha spiegato il sottosegretario alla salute Cesare Cursi – vogliamo fare chiarezza sul tema dell’influenza aviaria, sulla quale sono state date notizie poco corrette creando nella popolazione allarme ingiustificato". "Vogliamo sfatare alcune paure che non hanno fondamento scientifico – ha aggiunto Donato Greco, direttore del Ccm – e far conoscere ciò che davvero serve per proteggersi dalla normale influenza".

Secondo un’indagine della Simmg, 6 medici su 10 sarebbero pronti alla sfida di un’eventuale influenza aviaria, ma secondo la ricerca quasi il 96% dei cittadini sa poco su una eventuale pandemia. "Questi opuscoli – ha spiegato Claudio Cricelli, segretario della Simmg – che saranno disponibili negli ambulatori dei medici di famiglia, servono proprio colmare il disorientamento dei cittadini che chiedono da una parte consigli per la prevenzione ma anche la prescrizione di antivirali per fronteggiare qualcosa che non c’é".

I due opuscoli ( "Preveniamo l’influenza" e "L’influenza aviaria: istruzioni per l’uso") saranno diffusi in 360 mila copie e contengono notizie semplici con informazioni utili per la prevenzione, le indicazioni per la dieta, l’igiene, l’uso di eventuali farmaci, le categorie a rischio a cui si consiglia la vaccinazione antinfluenzale. Nell’opuscolo sull’influenza aviaria sono descritte le misure igienico-sanitarie necessarie per fronteggiare un’eventuale diffusione pandemica ma anche le misure generali di protezione per la popolazione (lavarsi spesso le mani con acqua e sapone, raccogliere fazzolettini guanti e tutto ciò che è stato in contatto con casi sospetti; usare guanti monouso per le pulizie, lavare e disinfettare qualsiasi superficie o stoviglia toccata dagli eventuali pazienti). Inoltre nel leaflet è spiegato che il virus dell’influenza aviaria "é sensibile ai comuni disinfettanti etanolo al 70% e ipoclorito di sodio allo 0,01%)." Sono illustrati infine tutti i provvedimenti presi dal Ministero della Salute dal potenziamento della sanità veterinaria alle scorte di vaccini e farmaci.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)