Un pool di scienziati di Italia, Gran Bretagna e Norvegia ha sviluppato il primo vaccino destinato alla sperimentazione umana contro il virus H7N1, ceppo di virus di influenza aviaria ritenuto meno pericoloso dell’H5N1, ma anch’esso in grado di passare dal pollame all’uomo. Ne ha dato notizia il portavoce del Commissario per la tutela della salute e dei consumatori, Markos Kyprianou, che ha aggiunto che l’H7N1 è lo stesso virus che ha causato l’epidemia in numerosi allevamenti di polli in Italia nel 1999.

Il progetto è stato finanziato da un programma per la ricerca scientifica dell’Unione e – sulla base del lavoro svolto dagli esperti dei tre paesi impegnati nelle ricerche – con il sostegno dei ricercatori sui vaccini della Sanofi Pasteur in Francia. La sperimentazione clinica sull’uomo del nuovo vaccino, denominato RD-3, è prevista nella primavera dell’anno prossimo. Gli esperti ricordano che anche il virus H7N1 può passare dal pollame all’essere umano, come sostenuto da rapporto pubblicato la settimana scorsa dal Journal of infectious diseases.

 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)