Il Ministro della Salute, Francesco Storace ricorda che l’attento sistema di sorveglianza, attuato dalle autorità nazionali, garantisce elevati standard igienico-sanitari, che tutelano al meglio la salute degli animali, degli operatori del settore e degli stessi consumatori. I rigorosi controlli, effettuati dalle istituzioni, sono oltre un milione e riguardano tutte le fasi del processo produttivo di pollame e uova: dall’alimentazione fornita agli animali all’allevamento, dalla lavorazione alla distribuzione nei punti vendita. Dal punto vista produttivo è totalmente autosufficiente, con un tasso di autoapprovvigionamento del 106,2% per le carni di pollame e del 101% per le uova.

La situazione dell’Italia non è, quindi, assolutamente paragonabile a quella delle nazioni colpite dal virus, dove si assiste a vere e proprie forme di convivenza tra esseri umani e animali.
Va anche sottolineato che, a partire dal settembre del 2002, l’Italia, prima nazione al mondo, si è dotata delle "linee guida per la prevenzione dell’influenza aviaria", predisposte dal Ministero della Salute, che prevedono una serie di requisiti strutturali, gestionali e di biosicurezza e un’attenta sorveglianza dei volatili, sottoposti periodicamente a prelievi di sangue, il quale viene analizzato per individuare l’eventuale presenza di virus.

L’Italia, peraltro, non importa prodotti avicoli dalle zone colpite dall’influenza aviaria e sono state rafforzate tutte le misure di controllo per prevenire l’illecita introduzione di prodotti da aree a rischio. Intanto il Comitato Strategico del Centro Controllo Malattie (Ccm), presieduto dal ministro Storace, nella seduta odierna ha avviato la discussione sulla proposta di Piano pandemico influenzale, preparata dalla Direzione operativa.
La discussione proseguirà nella prossima seduta del 3 novembre, al fine di concordare una proposta di Piano contro la pandemia influenzale da presentare alle Regioni.

Il CCM ha inoltre esaminato il parere proposto dalla riunione congiunta del Comitato scientifico e dal Comitato tecnico scientifico dell’Aifa sull’utilità e sull’opportunità di acquisto di farmaci antivirali contro l’influenza e ne ha condiviso le conclusioni, dando mandato al Ministero di attivare le procedure di acquisto di una prima scorta.

 

 

 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)