La Banca d’Italia ha deciso di aprire un’istruttoria sul Cogeban (la Convenzione per la gestione del bancomat) che non ha provveduto a realizzare un sistema orientato ai principi del multibanca entro il 1 ottobre 2005 come fissato dalla Banca d’Italia stessa. E’ quanto si legge nel Bollettino Antitrust. Bankitalia contesta al Cogeban di non aver adempiuto alla richieste avanzate dall’Istituto stesso che aveva fissato nel primo ottobre scorso il termine per la realizzazione di un sistema orientato ai principi del multibanca. Per quella data il Cogeban avrebbe dovuto presentare un’analisi della sicurezza dei sistemi basati su server aziendali ed un piano operativo degli interventi da adottare.

Le richieste della Banca d’Italia sono giunte lo scorso marzo in chiusura dell’istruttoria per il rinnovo dell’autorizzazione alle norme che regolano la gestione del Pagobancomat che ha dato via libera ai relativi schemi contrattuali. La Banca d’Italia ha deciso di aprire un’istruttoria in seguito ad una denuncia presentata ad ottobre scorso dal rappresentate legale dei Supermercati Poli e Billing in cui si chiedeva l’intervento dell’Istituto nei confronti del Cogeban colpevole di "presunto comportamento elusivo nel corso dei lavori per la definizione degli standard di sicurezza dei sistemi multibanca". La denuncia ha portato alla constatazione che il Cogeban non ha eseguito pienamente gli obblighi imposti ed ha fatto sì che la Banca d’Italia disponesse: "che il responsabile del procedimento è il capo del Servizio Concorrenza, normativa ed affari generali; che può essere presa visione degli atti del procedimento presso la Divisione Concorrenza del Servizio Concorrenza, normativa ed affari generali dai legali rappresentanti il Cogeban; che entro il termine dei trenta giorni dalla notificazione del provvedimento, gli interessati possono far pervenire scritti difensivi e documenti e chiedere di essere sentiti".

Il procedimento, afferma Bankitalia, deve concludersi entro il 28 febbraio prossimo. La Convenzione – si legge ancora nel bollettino dell’Antitrust – aveva chiesto a settembre alla Banca d’Italia settembre una proroga di sei mesi del termine per la realizzazione del sistema orientato ai principi del multibanca. Nella richiesta di proroga però "non è stata fornita – afferma la Banca d’Italia – alcuna chiara indicazione in ordine alla predisposizione di un organico progetto attuativo".

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)