Secondo il rapporto del Consiglio mondiale dell’energia, presentato oggi a Roma, l’uso intelligente ed efficiente dell’energia permetterebbe un risparmio energetico pari almeno a 1/3 del consumo totale nazionale italiano. Il Consiglio avverte che i costi dell’energia aumentano sempre di più ed un risparmio energetico di queste dimensioni in Italia "contribuirebbe in modo considerevole non solo al miglioramento della bilancia commerciale, ma anche alla riduzione dei costi per unità di prodotto e quindi al recupero della competitività per un sistema che, come quello italiano, ne ha assolutamente bisogno, anche perché il costo di produzione dell’energia elettrica in Italia "é di gran lunga il più elevato d’Europa e condizionato dalla volatilità del prezzo del petrolio e dal cambio dollaro/euro".

Secondo il rapporto però è necessario "notare che per consumi specifici di energia ed emissioni di Co2 l’Italia può considerarsi un paese "virtuoso" se comparato con gli altri Paesi industrializzati".

In generale nel rapporto emerge che l’Italia non é un paese ricco di risorse energetiche e pertanto è necessario "valorizzare al meglio le opzioni disponibili" e sfruttare inoltre fonti di energia alternativa.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)