Oltre 160 ettari tra frutteti e vigneti e un edificio, già ristrutturato, che ospiterà un agriturismo a Corleone: un patrimonio fino a poco tempo fa nelle mani di Totò Riina, e che ora – grazie alprogetto "Nuova occupazione" promosso dal Consorzio Sviluppo e Legalità sarà gestito da 15 giovani (che saranno selezionati con bando pubblico) disoccupati, che si costituiranno in cooperativa sociale dopo un periodo di formazione in Toscana ed Emilia Romagna.

Requisiti richiesti: la residenza in uno degli 8 Comuni del Consorzio Sviluppo e legalità (Altofonte, Camporeale, Corleone, Mon¬reale, Piana degli Albanesi, Roccamena, San Cipirello e San Giuseppe Jato; e una fedina penale ineccepibile. "Sarà la Pre¬fettura – dice il presidente del Consorzio, Nicola Ma¬enza – a verificare i profili morali dei candidati". "In questa struttura lavoreranno poi altri 30 stagionali. Vogliamo che a usufruire di questa possibilità – prosegue Maenza – siano soprattutto gli svantaggiati dal punto di vista fisico e sociale. Il casolare sarà come un monumento alla legalità e un esempio per i giovani". Parallelamente al progetto saranno costituite le "Ecofattorie", per portare gli studenti del palermitano nei terreni confiscati alla mafia e riutilizzati a fini sociali.

Grazie alla legge 109 del 1996, che permette il riutilizzo del patrimonio mafioso confiscato e affidato ai Comuni (che possono poi, a loro a volta, usarli per fini propri o darli in uso a cooperative sociali, associazioni, enti impegnati nel sociale) dal 2000 al 2005, sono stati assegnati agli enti locali circa mille ettari di terreno e beni, per un valore complessivo di 8 milioni di euro, mentre altri quattro milioni sono stati spesi dai comuni, con finanziamenti statali e comunitari, per recuperarli e affidarli alle cooperative. Per la gestione dei beni, il Consorzio ha creato, insieme a Ban¬ca etica, un fondo di garanzia di 100 mi¬la euro per consentire alle cooperative di accedere ai mutui.

 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)