Le Organizzazioni di liberi professionisti "confermano il loro appoggio" alla legge Bersani e in concomitanza con la manifestazione di domani 12 ottobre indetta dai Consiglieri degli Ordini, presenteranno in una conferenza stampa un documento comune di indirizzo per la riforma delle professioni. Lo rende noto l’Associazione Nazionale Praticanti ed Avvocati (ANPA) che parteciperà alla manifestazione in rappresentanza dei Giovani Avvocati. "La riforma delle professioni è una necessità per lo sviluppo del Paese.Affrancare l’economia italiana da rendite di posizione corporative – affermano in un documento le Organizzazioni di liberi professionisti- non è solo una priorità d’ordine economico, ma un principio di libertà irrinunciabile". Ed è necessario proseguire nei processi di liberalizzazione anche per "tutelare le nuove generazioni, affinché il futuro sia affidato a professionisti capaci, che si siano potuti formare grazie a criteri meritocratici e non di nepotismo".

Queste le proposte dei liberi professionisti:

  • affidare la rappresentanza di tutti i professionisti ad enti ad iscrizione volontaria;
  • modificare l’esame di Stato abilitante;
  • affidare la formazione permanente e la certificazione di qualità, solo volontaria, ad enti indipendenti e in concorrenza fra loro;
  • abolire il numero predeterminato di professionisti autorizzati ad operare nel settore d’appartenenza;
  • confermare la completa abolizione delle tariffe minime e massime obbligatorie;
  • rendere possibile la costituzione di società intra e interdisciplinari anche con apporto di capitali;
  • costituire un tavolo permanente di consultazione con le associazioni dei consumatori.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)