Il parco naturale regionale del monte Beigua, una delle riserve naturali più estese della Liguria, è stato dichiarato patrimonio geologico mondiale da tutelare e da valorizzare dall’Unesco (organizzazione delle nazioni unite per l’educazione, la scienza e la cultura). Con questo riconoscimento l’area naturale del Beigua entra a far parte di un gruppo di trentacinque GeoParchi riconosciuti a livello internazionale, di cui ventitré in Europa e tre in Italia, in cui oltre al parco ligure ci sono il Parco delle Madonie e la Riserva Culturale Rocca di Cerere, entrambi situati nella regione Sicilia.

Il Parco – si legge in una nota – si estende su dieci comuni, tre comunità montane e due province, quelle di Genova e di Savona, è quindi stato inserito nella lista mondiale dei Geoparchi sotto la guida dell’Unesco.

La Comunità Europea, attraverso la proposta della Regione Liguria e del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio, ha ulteriormente riconosciuto il valore naturalistico del Parco istituendo una Zona di Protezione Speciale che riveste una particolare importanza per gli uccelli migratori: l’area è riconosciuta come "Area Importante per l’Avifauna" secondo la classificazione del Bird Life International. Sono presenti oltre 80 specie nidificanti talune di grandissimo pregio come l’Aquila reale, il Biancone, il Codirossone, il Succiacapre e l’Averla piccola.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)