Niente centri estivi ad agosto per i bambini piccoli e per quelli un po’ più grandi. Genitori, sposati o single, italiani o immigrati regolari, devono fare da soli, facendo i salti mortali, soprattutto se costretti a lavorare anche nei mesi estivi, per trovare una sistemazione ai figli dopo la chiusura delle scuole. Nel mese clou dell’estate, cioè ad agosto, le strutture private e quelle del Comune chiudono infatti i battenti. Anche gli oratori, tranne quello della Chiesa di San Nazaro e San Celso alla Barona, terminano la loro attività a fine luglio, offrendo comunque l’opportunità di campeggi ad agosto in località di montagna. Opportunità che comunque non tutti riescono a cogliere, per diversi motivi, anche economici.

Il dato emerge da una ricerca condotta dal Dipartimento Junior del Movimento Difesa del Cittadino (MDC) sul territorio del comune di Milano per accertare l’apertura durante i mesi estivi dei centri per i minori. MDC ha contattato anche gli oratori, per capire quanti di loro organizzassero iniziative per l’accoglienza dei bambini ad agosto.

La conclusione è che al 43% dei milanesi, che secondo un’indagine di Palazzo Marino condotta nel 2005 rimangono a Milano anche ad agosto, non viene offerto in pratica nessun servizio. I primi 20 centri estivi più facilmente rintracciabili da MDC tramite internet, locandine ed elenchi telefonici sono ricchi di attività didattiche e ludiche, con educatori e professionisti, ma nessuno risulta essere aperto dopo il 4 di agosto. Per quel che riguarda gli oratori, delle 21 zone contattate della diocesi milanese, per un totale di 170 chiese, è previsto un servizio di oratorio estivo dalla fine della scuola fino a metà luglio, più un campeggio in montagna anche ad agosto. Ad agosto risulta aperta solo la parrocchia di San Nazaro e San Celso, alla Barona, per i bambini dai 6 ai 13 anni, e anche per bambini più grandi ai quali viene chiesto un piccolo contributo

I prezzi dei centri censiti da MDC variano dai 10 euro all’ora, fino ad un massimo di 550 euro per sette settimane, tutto incluso. In alcuni casi anche qui c’è la possibilità di una mini vacanza di una o due settimane ad agosto, ad un costo maggiore, ma non è detto che tutti gradiscano o possano permetterselo: quindi la scelta per chi resta in città si riduce a zero. I prezzi degli oratori sono più abbordabili: la spesa varia dai 5 a un massimo di 135 euro tutto incluso.

"Una città come Milano – afferma Lucia Moreschi, Responsabile del dipartimento junior di MDC – deve essere in grado di coprire anche un mese critico come agosto. E’ urgente colmare questa lacuna che va a danno dei minori e dei genitori. E’ necessario un coordinamento da parte di Palazzo Marino affinché ci sia una turnazione tra le strutture che garantisca un’offerta adeguata".

 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)