Armonizzare il quadro normativo europeo per la tutela dei diritti del bambino e uniformare la legislazione penale per la repressione e la prevenzione dei reati in cui le vittime sono i minori. Queste le linee guida delle politiche europee per la tutela dell’infanzia illustrate questo pomeriggio a Roma dal vicepresidente della Commissione Ue, Franco Frattini, nel corso di un forum internazionale sui diritti dei bambini.

"L’impegno della Commissione – ha spiegato Cassini – è in primo luogo di fare una ricognizione della legislazione dei Paesi membri per vedere di armonizzare le regole in quanto la mancanza di tutele di alcuni Stati europei é motivo di grande preoccupazione. Ci sono Paesi – ha aggiunto il vice presidente della Commissione Ue – nei quali mancano delle strategie complessive, mentre ce ne sono altri dove la tutela dell’infanzia è oggettiva e sostanziosa".

Al di là delle legislazioni esistenti, la Commissione propone un nuovo approccio: "partire dagli interessi del bambino – ha sottolineato Frattini – perché non serve ciò che a noi sembra migliore, ma ciò che per i bambini è migliore".


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)