E’ in Gazzetta Ufficiale da ieri la legge "Disposizioni in materia di lotta contro lo sfruttamento sessuale dei bambini e la pedopornografia anche a mezzo internet" che anticipa le linee portanti di una decisione quadro all’esame dell’UE. Il minore è tale fino al compimento del diciottesimo anno di età. La nozione di pornografia infantile è più severa. La responsabilità penale è estesa alle persone giuridiche coinvolte. Sono individuati in quanto comuni a tutti gli Stati membri, nuovi elementi di reato di sfruttamento sessuale e pornografia infantile e regole in materia di protezione ed assistenza delle vittime.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)