Camminano sempre di meno, vanno a scuola in automobile, solo il 25% mangia quotidianamente frutta e verdura e sono sempre più grassi, tanto da essersi conquistati un primato nella classifica europea: sono i bambini italiani, che a causa di abitudini scorrette rischiano di diventare adulti con grossi problemi di salute. Per educarli a uno stile di vita migliore, parte, il 18 gennaio, la campagna ‘Hop Hop!, Gnam Gnam’ realizzata dal Moige (Movimento genitori), grazie al sostegno di Kraft e al patrocinio del Ministero dell’istruzione, e destinata ai bambini delle scuole elementari.

L’iniziativa, volta a promuovere una corretta alimentazione e a combattere la sedentarietà, impegnerà le scuole partecipanti fino alla chiusura dell’anno scolastico e coinvolgerà, tra Roma e Milano, oltre 2.500 bambini tra i 5 e gli 11 anni. ‘Fulcro’ della campagna è un teatrino itinerante di burattini, Jinny e Foody, che girando per le scuole parlerà ai bimbi di movimento e cibo, coinvolgendoli in giochi non sedentari e spingendoli a mettere subito in atto le nozioni apprese. I bambini avranno delle schede didattiche su cui lavorare, agli insegnanti sarà consegnato un manuale da utilizzare per le lezioni in classe e a docenti e genitori un opuscolo con molti consigli utili.

Secondo dati forniti dal Moige, a 10 anni la metà dei bambini italiani cammina meno di 30 minuti al giorno, il 25% è in soprappeso e l’11% addirittura obeso. In totale, il 36% dei bambini delle elementari è in una situazione di sovrappeso dovuto per lo più a cattive abitudini alimentari e a uno stile di vita tendenzialmente sedentario: il 13% beve abitualmente bevande gasate durante i pasti, il 66% nel piatto vorrebbe sempre la pasta, il 47,3% la carne e il 36,6% i dolci. "Il costante aumento del sovrappeso e dell’obesità tra i bambini è preoccupante" spiega Barbara Guerrini, pediatra responsabile del progetto, che ha compilato un "decalogo" per un corretto stile di vita dei più piccoli:

1)controllare con regolarità peso e statura del bambini;
2) abituare il bambino fin da piccolo a variare i sapori e a consumare frutta e verdura;
3)consumare i pasti con regolarità, privilegiando negli spuntini di metà giornata cibi semplici come frutta, dolci da forno, latte e yogurt;
4) abituare i bambini a bere acqua piuttosto che bevande zuccherate;
5)privilegiare condimenti e tipi di cottura a basso contenuto di grassi;
6) abituare il bambino a un rapporto equilibrato con il cibo, che non deve essere oggetto di ricatto, premio o punizione;
7) incoraggiare la naturale predisposizione dei bambini al gioco all’aria aperta;
8) sollecitarli a camminare di più e a salire le scale a piedi;
9) incoraggiarli a praticare con regolarità uno sport di loro gradimento;
10) limitare l’uso di tv, pc e videogiochi, proponendo loro attività alternative e meno passive.

 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)