Ammontano a 449 i nuovi posti per bambini da 0 a 3 anni negli asili nido privati convenzionati del comune di Roma. In particolare, 16 strutture private sono entrate a far parte della rete comunale dei servizi per la prima infanzia, attribuendosi il bando pubblico di convenzione indetto dall’Assessorato alla Scuola del Comune di Roma.

In particolare, i nidi privati in convenzione con il Comune – si legge in una nota – devono offrire gli stessi servizi di quelli pubblici. Per questo, il Consiglio Comunale ha approvato a febbraio 2003 le linee guida, tecniche ed educative, da seguire. Per ogni bambino proveniente dalle graduatorie municipali, i nidi privati convenzionati ricevono dall’amministrazione comunale un contributo che si somma alla retta pagata dalle famiglie. In questo modo le famiglie, in base al reddito, pagano la stessa retta prevista nei nidi comunali.

"Con questo bando per l’accreditamento di nidi privati vogliamo proseguire quella collaborazione tra pubblico e privato che fino ad ora ha dato ottimi risultati. – ha dichiarato nella nota l’Assessore Maria Coscia – Inoltre per garantire il rispetto degli standard di qualità, sono previste regole e modalità di monitoraggio del servizio erogato da parte dei privati. L’Assessorato e i Municipi, attraverso le coordinatrici e un apposito ufficio presso il dipartimento XI, svolgono, con il costante coinvolgimento delle famiglie, verifiche programmate sul rispetto del progetto educativo. Ad una crescente richiesta di servizi per l’infanzia – prosegue l’Assessore – l’Amministrazione Comunale sta tenacemente portando avanti un puntuale programma di interventi per l’ampliamento della rete dei nidi e degli altri servizi educativi per la prima infanzia. A termine di questa consigliatura l’accoglienza negli asili nidi di Roma sarà aumentata del 70% rispetto al 2001."

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)