Per il recupero della devianza minorile, la Regione Sicilia ha lanciato il progetto "Icaro" con il finanziamento del Fondo Sociale Europeo, del ministero del Lavoro, dell’assessorato regionale al Lavoro e della formazione professionale. Il piano è nato in via sperimentale negli scorsi anni e parte ora per un secondo triennio in cui l’asse dell’intervento sarà basato sulla ricerca-azione e sulla formazione finalizzata alla predisposizione di progetti mirati all’inserimento lavorativo dei minori che sono i soggetti di provvedimenti di prevenzione o di tutela.

Icaro è rivolto ai minori a rischio devianza (dagli 8 ai 18) della Regione che sono stati assegnati dai tribunali per il recupero alle case-alloggio o alle case-famiglia, perché vivono o hanno vissuto esperienze particolarmente difficili, sia dal punto di vista esistenziale che familiare e sociale. Il progetto è stato proposto dall’I.R.F. Padre Clemente ONLUS nel maggio del 1996 ed è stato istituito dall’Assessorato del Lavoro ed inoltrato al Ministero del Lavoro e del Tesoro per il cofinanziamento Nel 1998 sono partiti i finanziamenti e l’iniziativa è stata avviata su un campione ristretto di comunità. In seguito, il progetto si è esteso a tutto il territorio.

Il progetto si propone quindi di intervenire sui minorenni, offrendo loro la possibilità di una esperienza di crescita, attraverso la formazione e l’orientamento professionale, nel rispetto, ovviamente, delle aspettative, dati e attitudini personali, per condurli ad un inserimento nel mondo del lavoro. Icaro prevede l’intervento formativo da parte dei singoli e molteplici soggetti che formano la "rete" di aiuto e di supporto alla formazione dei minori e del loro inserimento nel mondo del lavoro: comunità-alloggio, scuole, giustizia, servizi, famiglie, tempo libero, lavoro, che attuano l’intervento vero e proprio con il minorenne in difficoltà.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)