Il servizio telefonico gratuito ‘114 Emergenza Infanzia’ è dal primo gennaio 2006 attivo su tutto il territorio nazionale, per segnalare i casi in cui la salute psicofisica di bambini e adolescenti è in pericolo. Il servizio, accessibile 24 ore su 24 da telefonia fissa e gestito da telefono Azzurro, era stato attivato a maggio 2004 in Lombardia, Veneto e Sicilia e poi esteso progressivamente ad altre tre regioni, Emilia Romagna, Lazio e Piemonte. Dal primo gennaio scorso, terminata la fase sperimentale, è attivo su tutto il territorio nazionale. Un "passo" necessario, secondo Telefono Azzurro, poiché l’emergenza infanzia è in continua crescita: dal 2004 al 2005 gli interventi del 114 sono raddoppiati, raggiungendo il numero di oltre 550 casi gestiti.

Gli operatori del 114 operano in stretto contatto con il territorio nell’intervento e nella gestione dei casi che richiedono un intervento immediato attraverso lo scambio di informazioni e la presa in carico del caso in modo differenziato: le forze dell’ordine e di pubblica sicurezza per un intervento a breve-medio termine, servizi sociali e asl per un percorso a medio-lungo termine. Al 114 arrivano in media 2.100 chiamate al giorno; in un caso su due si tratta di segnalazioni di situazioni di abuso, disagio e maltrattamento di minori. Il servizio telefonico è contattato principalmente da persone adulte, direttamente coinvolte o a conoscenza della situazione di emergenza; solo nel 9,8% dei casi a telefonare sono direttamente bambini o adolescenti.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)