Il comune di Modena ha aumentato del 94% la propria quota destinata al Fondo sociale per l’affitto, passando da 516mila euro del 2000 a 1 milione di euro nel 2005. La decisione arriva a seguito della diminuzione dei trasferimenti nazionali e regionali, passati dai 3 milioni e 419mila euro del 2000 a 1 milione e 950mila del 2005.

Negli ultimi cinque anni le domande di accesso al Fondo sono cresciute del 55%, passando da 2458 nel 2000 a 3827 nel 2005. Il comune nel 2004 ne ha accolte 3179 con un aumento sul 2000 di 1061unità. Sul fronte del sostegno finanziario comune interviene per integrare il reddito di almeno altre 600 famiglie per un totale di 1,3 milioni di euro, in larga parte destinati ad affrontare problematiche riferibili all’affitto.

Per quello che riguarda gli studenti universitari, il comune, in collaborazione con Arestud (azienda regionale per il diritto allo studio), sta lavorando al progetto di integrazione tra anziani e studenti universitari: l’idea è di proporre agli anziani che vivono in alloggi di dimensioni maggiori rispetto ai loro bisogni di affittare una stanza ad uno studente universitario indicato e garantito da Arestud: "L’esperimento – commenta l’assessore alle Politiche Sociali Francesca Maletti – ha una doppia valenza sociale. Da un lato quello di contribuire ad alleviare i costi di gestione dell’alloggio per gli anziani, dall’altro di favorire occasio ni di socializzazione tra diverse generazioni che possono tradursi anche in una sensazione di maggior sicurezza per le persone anziane e sole".


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)