"La Delibera sull’avviso bonario c’è da settembre scorso ed ancora la SGM non la applica". A dirlo è MDC Lecce che prova a capire perché ci sia tutto questo ritardo. "Ci è accaduto anche oggi, si legge dalla nota dell’associazione, come numerose altre volte, di tornare alla nostra macchina e vedere che avevamo versato più di quanto necessario a pagare il tempo effettivo di sosta. Siamo arrivati in piazza Mazzini alle 10,13 ed abbiamo introdotto 0,50 centesimi nella macchinetta mangiasoldi ed avevamo diritto a parcheggiare sino alle 10,42. Siamo andati ad un’assicurazione e al ritorno ci siamo accorti che erano le 10,29. Abbiamo così forzatamente finanziato la SGM con 22 centesimi (pari a 432 vecchie lire e qualcosa). Quando siamo usciti dal parcheggio subito il nostro posto è stato occupato da un’altra auto che ha dovuto ripagare quei 13 minuti già pagati da noi. A noi una cosa simile è successa decine e decine di volte e siamo sicuri che situazioni simili siano successe infinite volte a molti cittadini".

"Tutti noi siamo forzatamente finanziatori della SGM – sottolinea MDC – ogni qualvolta ritiriamo la nostra auto prima che il grattino sia scaduto. Se fossimo tornati alla macchina con 13 minuti di ritardo avremo sicuramente trovato una bella multa sotto il tergicristallo. Così per evitare le multe siamo tutti costretti a pagare più del dovuto. Se i nostri soldi servissero ad avere un servizio bus efficiente potrebbe essere pure uno scambio accettabile. Ma a Lecce i bus non funzionano bene e così questo finanziamento forzoso è uno scambio impari, sgradevole ed intollerabile e ci sentiamo tutti presi in giro dalla SGM ed anche dal Sindaco Poli Bortone la quale, pur con la sua autorevolezza ed il suo decisionismo, non riesce a far rispettare le decisioni del Consiglio Comunale neanche ad una società mista di cui il Comune di Lecce detiene la maggioranza del capitale. Saremo tutti contenti se il Sindaco Poli decidesse di provare a sparare "come nei film del Far West… un colpo in aria" anche nei confronti della SGM, così come ha dichiarato alla stampa di aver fatto quando ha abbattuto la tettoia liberty nel 1998.

 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)