Per le feste natalizie gli italiani spenderanno complessivamente 600 milioni di euro solo per i regali ai bambini, che riceverrano oltre 12 milioni di giochi, ed oltre 1 miliardo e 200 milioni per le telefonate di auguri – riporta l’associazione per la difesa dei consumatori Telefono Blu. Le tendenze dei primi acquisti sono state a favore dell’Hi-Tech (video games, play station e cd), computer, cellulari (mercato in ascesa per i giovanissimi) mentre in calo le bambole, le auto telecomandate e giochi di imitazione.

Calo anche dei peluche e dei giochi in legno, mentre aumenta la vendita dei giochi della prima infanzia venduti a prezzi bloccati. Crescono le costruzioni e giochi educativo ricreativi, per i più grandi i giochi di società e l’abbigliamento. La spesa media per singolo regalo si attesta intorno ai 25 euro il che vuol dire che sotto l’albero ogni bambino avrà almeno due regali – informa Telefono Blu. L’associazione ricorda che i giocattoli debbono essere contrassegnati dal marchio CE che certifica il rispetto delle norme di sicurezza europee per questa categoria di prodotti e, se si tratta di prodotti elettrici è opportuno scegliere quelli con marchi di sicurezza come IMQ,che permette di sapere a prima vista se il prodotto è stato costruito nel pieno rispetto delle norme di sicurezza.

Intanto sono numerose sono le iniziative per sostenere, attraverso biglietti e regali, le attività delle diverse associazioni e ong. Un Ponte per…propone quest’anno una serie di regali solidali che si possono ordinare attraverso il sito internet e andranno a finanziare la tutela dei diritti umani nelle carceri irachene ed i progetti di gemellaggi tra scuole. Tra gli altri le cartoline coi disegni dei bambini iracheni, i prodotti delle donne di Bassora che intrecciano le foglie di palma, il cotone equo solidale dal Bangladesh.

Il nuovo catalogo online della LAVpropone idee regalo, novità provenienti dal commercio equo e solidale, ed una sezione dedicata alla scuola e all’ufficio con agende, quaderni, block-notes, penne, matite colorate. E per il tempo libero zaini, marsupio e borse e articoli per la casa. Non mancano i libri con informazioni utili sugli animali, nuove ricette della cucina vegetariana e vegan, approfondimenti sulla vivisezione e altri temi delle campagne della LAV.

Terres des hommes ha allestito la pagina "Natale solidale 2005" con un catalogo online di biglietti e magliette. Anche Save the Children propone biglietti di auguri e calendari 2006 per contribuire al sostegno dei propri progetti nel mondo.

Per Natale e per festeggiare l’anno nuovo Altromercato presenta idee regalo per la tavola dal sapore esotico: proposte originali caratterizzate da un elevato livello qualitativo, confezioni natalizie personalizzabili ad hoc. Ed in più un’idea equo solidale: Natyr, benessere solidale. Artigianato fatto a mano e cosmesi naturale con ingredienti delle tradizioni cosmetiche del Sud del mondo.

Anche BottegaSolidale propone una vasta gamma di prodotti artigianali ed alimentari, tecnologici, nonchè servizi, provenienti dalle Cooperative Sociali, dal Commercio Equo e Solidale, dalle imprese nate dal Progetto Policoro e da quelle legate a produzioni biologiche o eco-compatibili. Insomma ce n’è per tutti i gusti!.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)