"Le osservazioni rivolte alla legge sulla coesistenza di colture geneticamente modificate e agricoltura convenzionale sono poste in maniera impropria e all’interlocutore sbagliato". Lo dichiara il Ministro delle Politiche Agricole e Forestali, Gianni Alemanno, appresa la notizia che la Commissione europea in materia di ogm ha contestato all’Italia una violazione degli obblighi derivanti dal trattato.

"Infatti – precisa Alemanno – le richieste di chiarimento al Governo italiano sono state inserite, insieme al altre dieci questioni, in una lettera indirizzata al Ministero dell’Ambiente. Ci troviamo quindi di fronte ad una confusione tra competenze del Ministero dell’Agricoltura e quelle del Ministero dell’Ambiente in materia di Ogm. "Appresa la notizia dagli organi di stampa – chiarisce il Ministro – abbiamo chiesto immediatamente un confronto bilaterale con gli uffici della Commissione europea per chiarire la nostra posizione e dimostrare che la nostra legge è perfettamente compatibile con le linee guida europee sulla coesistenza della coltivazione Ogm".

 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)